LETTO ELETTRICO VOELKER





Il letto Voelker unisce la semplicità, la comodità e il design con l’ergonomia.

È rispondente a quanto dettato dalla Legge 81/08, in materia di sicurezza sul lavoro, grazie al sistema di sollevamento del piano rete che permette all’operatore di svolgere le manovre senza sovraccarico della colonna vertebrale.

È dotato di 4 ruote sterzanti con portata di Kg. 150 ciascuna, realizzate con materiale antitraccia, non marcante.
La base del letto è costruita in alluminio stratificato, privo di sporgenze e spigoli vivi. Il piano rete e le sponde sono realizzate interamente in alluminio, legno lamellare e massello, intaccabili alla ruggine.

Gli elementi che compongono il piano rete sono in TPE (elastomero termo plastico) e GFK (fibra di vetro rinforzata). Il piano rete è suddiviso in 4 sezioni (schiena, bacino, femorale e piedi) indipendenti tra loro e facilmente asportabili; ogni componente è removibile per la pulizia, che può essere effettuata anche in lavastoviglie.

Testiera e pediera in legno massello, con specchiatura in truciolare rivestito in laminato, con maniglione di presa.
Conforme alla normative: DIN EN 60601-1-2006; DIN EN 60601-2-2007; DIN EN 60601-2-38:2000; EN 60601-2-52:2009, comprovate da TUV
 






La rete del letto Voelker è costruita secondo il sistema MIS (Micro Stimulation System), basato sul concetto della stimolazione basale, sia attiva che passiva, in grado di distribuire la pressione corporea esercitata dal paziente e aumentando i punti di contatto con la superficie.

Il piano rete MIS è realizzato con doghe in GFK (vetroresina rinforzata) con fissaggio molleggiato al telaio TPE (Elastomer Termoplastico) ed elementi a farfalla in polyoximethylen riciclabile.

Con la rete MIS, anche i piccoli movimenti del paziente generano, seguendo il principio di azione e reazione, un naturale micro massaggio atto a stimolare la micro circolazione e la propriocezione corporea.

Nel caso di pazienti con ridotta o nulla mobilità, è possibile implementare il letto del sistema Mis Active: 14 motori che, programmati mediante telecomando, garantiscono un’ottima profilassi antidecubito, senza l’utilizzo di materassi ad aria.



Il letto Voelker è l’unico dotato di un sistema di disconnessione automatica dalla rete elettrica tramite relais posto alla base della presa di corrente. In questo modo si evita il formarsi di campi elettromagnetici sullo spazio di stazionamento del paziente favorendone la sicurezza e il comfort.

E’ inoltre provato che tale sistema genera un beneficio economico in termini di risparmio sui consumi elettrici. Inoltre è importante sottolineare che la durata dei motori e delle componenti elettriche in genere  è notevolmente superiore rimanendo prive di tensione se non nella fase di attivazione tramite telecomando.
Il letto Voelker è l’unico dotato di un sistema di autotutela che blocca l’elettronica in caso di cattivo utilizzo da parte dell’operatore. In tal modo oltre a prevenire rotture accidentali si ottiene una forma di auto-formazione continua che insegna agli operatori ad utilizzare in modo corretto e completo il letto.

Il letto Voelker è l’unico dotato di un sistema in grado di riportare il letto ad altezza minima con piano rete a 0 mediante una funzione semplicissima di doppia pressione veloce del bottone di abbassamento. Allo stesso modo è possibile portare il letto ad altezza massima mediante la doppia pressione veloce del bottone di alzata. Questa operazione facilitata permette all’operatore di avere le mani libere mentre il letto si movimenta e risulta impossibile su qualsiasi altro modello ove le funzioni sono vincolate alla pressione del relativo bottone.





Il letto Voelker proposto è l’unico ad avere una struttura portante a quattro colonne, il che permette di avere una perfetta geometria di distribuzione del peso. In questo modo è garantita una stabilità senza eguali sia in posizione zero (completamente abbassato) sia alla massima escursione. Inoltre questa particolare configurazione facilita le operazioni di sanificazione del letto ed evita che si creino pericolosi punti di schiacciamento tra leveraggi e base del letto.